#88 Quando l’intero Universo ti parla. Ovvero l’argomento “figli”

il

Ci sono momenti in cui sembra che l’intero Universo stia cercando di comunicarti qualcosa. Altri, invece, in cui ti parla proprio guardandoti negli occhi e dice “OH MA TI SVEGLI?!” E tu, con sguardo stupito, ti chiedi se stia parlando proprio con te e non con qualcuno che hai dietro. Chissà, magari ti confonde con un suo amico che ti somiglia. Così finisci per non dargli retta e far finta di niente, del resto perché l’intero Universo dovrebbe proprio parlare con te? In fondo tu non è che sei chissà chi o hai fatto chissà cosa, stai semplicemente vivendo la tua vita nella maniera più normale possibile. 

Però ti guardi attorno e sembra proprio che l’intero Universo continui a parlare con te. Ma che cavolo vuole?

Finché non incontri il Cello del Mirò, il tuo amico che ha un locale figo e che ti fa sempre il tuo cocktail preferito con la cannuccia, ed esclama: “ma insomma Brollo, quand’è che mi fate diventare zio?”

Ecco cosa mi voleva dire l’intero Universo! E improvvisamente tutto torna, tutti i nodi vengono al pettine e perfino quel pezzetto bastardo del puzzle si mette a posto: la tua amica aspetta un bambino, la tua compagna di banco aspetta un bambino, anche il tuo compagno di banco aspetta un bambino, quelli due amici che si sono sposati a settembre aspettano un bambino, quelli che si sono sposati l’anno scorso hanno appena avuto un bambino, nel tuo ufficio in 3 hanno appena avuto un bambino e nel tuo ufficio siete in 5. Anche il tabaccaio aspetta un bambino. 

E noi? Noi no. Sai, dobbiamo ancora sistemarci bene con il lavoro, sai com’è al giorno d’oggi non ci sono certezze. Poi comunque siamo ancora giovani abbiamo tutto il tempo del mondo per fare tutti i bambini che vogliamo. Per non parlare del fatto che abbiamo il sonno molto pesante, di notte se il pupo piange non lo sentiremmo nemmeno e morirà di fame. 

PALLE. 

Senti, caro il mio intero Universo, non starmi addosso che io farò un po’ quel che mi pare. Non è che se ci siamo sposati allora dobbiamo per forza volere un bambino. Sia chiaro, noi un bambino lo vogliamo. Solo non adesso. 

E che ci sarà mai di male?

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...