#71 L’abito da sposa. Ovvero la Brolla Sposa.

Ed eccolo qua finalmente un post tutto dedicato all’abito della sposa. Sì, perché dopo mesi e mesi di attesa è giunto il momento di farvelo vedere in tutta la sua bellezza. Diciamocelo, amici: l’abito della Brolla mi sa proprio che sia il più bello del mondo. Almeno, secondo lei.

Ma cominciamo dal principio, e cioè dal modello: l’abito in questione è di Vinnì by Dalin collezione 2015. L’azienda Dalin è condotta dalla famiglia Quaranta in quel di Castellana Grotte (Ba) e vi posso assicurare che è un’azienda che funziona benissimo. Non tanto perché fa abiti da sposa stupendi, ma perché hanno avuto a che fare con la Brolla, la quale, ormai lo sappiamo, non è molto semplice in fatto di gusti. Tant’è che il modello originale dell’abito in questione non le piaceva abbastanza, lo voleva diverso. “Senza spalline non se ne parla” diceva. Et voilà, subito accontentata. È bastato mandare il disegno dell’abito modificato, con le misure precise della sposa, e tempo zero è arrivato un abito confezionato dagli stilisti Dalin fatto su misura (sia fisiche che mentali) della nostra cara e vecchia Brolla.

vinnì

La silhouette dell’abito si fa eterea e leggera per una haute couture piena di poesia. Scollatissimo il retro dell’abito che è sottolineato da un gran fiocco che termina con un pannello a formare lo strascico. In una parola: stupendo, leggero, comodo, senza tempo… Va beh, facciamo cinque parole e non se ne parla più. Ciao proprio, abito top.


0A7A9873 0A7A98860A7A9891

La cosa più bella di questo meraviglioso abito non è semplicemente che è bello, ma quando lo indossi ti trasformi in una mega gnocca magra e altissima. E se lo guardi bene da vicino ti rendi conto della delicatezza con cui è stato confezionato, ogni dettaglio, anche la più piccola cucitura interna è estremamente ben fatta. E non costa nemmeno una follia.

0A7A0322 0A7A0369 0A7A1215 0A7A1163

E quando inizia la festa non ti vuoi cambiare d’abito? Beh, per forza. E poi con sto caldo un abitino corto easy è proprio quello che ci vuole. Ci pensa il mitico Flavio Castellani e ti spara in vetrina sto popò di vestito. Entri, provi, paghi (sta volta una sassata) ed esci. Niente di più facile. E le scarpe? Superga, di pizzo però.

IMG_9118
scusate la posa, chissà cosa stava succedendo

Vi prego ditemi cosa ne pensate perché voglio sapere. Ciao!

© Foto: Cecilia Pratizzoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...