#52 La musica del matrimonio. Ovvero se i tuoi invitati non shazammano niente allora non sei nessuno.

Ma ditemelo voi se esiste al mondo qualcosa di più bello della musica? Certo che no, non può esistere. E figuriamoci si può esistere un matrimonio senza musica. Ma che domande.

E poi il bello della musica è che se non ti piacciono quelli strani sei sfigato. E per i Brolli un po’ è un problema perché a loro piace solo Max Pezzali. E Gigi D’Ag. Solo che non è che puoi mettere solo Max Pezzali e Gigi D’Ag il giorno del tuo matrimonio. Anzi, probabilmente se non li metti è meglio.

Ma spiegateci un po’ com’è la situazione musica e come viene strutturata?
Guarda, è molto semplice: basta suddividere la giornata in momenti tocipici e assegnare ad ognuno di questi momenti topici un determinato tipo di musica, scelto in base a criteri più o meno codificati (es. genere). I momenti topici sono, in ordine cronologico:

  1. Rito (civile o religioso)
  2. Aperitivo (civile o religioso)
  3. Pranzo/Cena
  4. Taglio della torta
  5. Fiesta

1. RITO (CIVILE O RELIGIOSO)
Civile non lo so come funziona perché noi – come ben sapete – il rito lo facciamo religioso. La musica del rito religioso può essere di due tipi:

  • liturgica
  • altra musica

Ammettiamo che per un attimo l’idea “altra musica” ci ha stuzzicato non poco, ma il prete, che ci ha chiesto la bellezza di 350€ (trecentocinquanta/00) per sposarci in quella determinata chiesa, ha anche avuto il coraggio di vietarci la cosiddetta e mai definita “musica altra”. E quindi solo musica liturgica per noi. In particolare cantata da: coro. Vi ricordate voi quando facevate catechismo e il don vi aveva convinti a cantare nel coro? Beh, io come mi esaltavo quando cantavo Osanna poi mai più nella vita. Tipo gli ACDC: “Rrrrrooooosannnaaahhhh! Rrrrrooooosannnaaahhhh! Rrrrrooooosannnaaahhhh nell’alto dei cieliiii”. Boh io capivo Rosanna, mi sembrava che avesse più senso di osanna, che poi non ho mai capito bene che cosa voglia dire di preciso.
Ad ogni modo il coro che delizierà le orecchie di tutti i partecipanti al matrimonio dei Brolli è il top perché quando cantano sembra proprio che dicano Rosanna come gli ACDC.

2. APERITIVO
Che sete dopo tutta sta manfrina di vuoi tu tizio prendere in sposa la qui presente tizia eccetera? E allora beviamo a stomaco vuoto fino a rotolarci nel fango durante l’aperitivo! Ma se non c’è la musica che schifo. Se sei un vero figo che però non si vuole sbattere più di tanto metti su un paio di compilation Buddha Bar e sei bello che a posto. Oppure ti spremi le meningi finché non riesci a creare una playlist con i contropeni e stupisci i tuoi ospiti con una musica che loro non hanno mai sentito e si ricorderanno di te per sempre perché gli hai aperto un mondo. E te li ritrovi sparsi per il giardino con gli smartphone rivolti verso le casse con Shazam aperto alla ricerca di titoli improbabili. Queste sono soddisfazioni.

3. PRANZO/CENA
E vuoi mangiare senza un accompagnamento musicale? Sei senza cuore. Un po’ di atmosfera musicale aiuta la digestione, questo lo sappiamo da mo. E se la musica è anche bella magari l’eventuale pasta scotta passa in secondo piano. Unica regola: ocio al volume. Non troppo alto per cortesia che quando si mangia tutti insieme è bello anche chiacchierare, e se mi mettete un po’ di sana hardcore a manetta va a finire che gli invitati mi diventano sordi.

4. LA TORTA
Quello della torta è di certo il momento più romantico del mondo dei matrimoni. E quindi spazio ai violini. Che bello e che gioia.

5. LA FIESTA
Qui se toppi musica hai toppato tutto nella vita. Presente la festa delle medie nella palestra della scuola, dove ci sono i maschi schierati da un lato della pista e le femmine schierati dall’altro e nessuno che ha il coraggio di muovere un piedino a ritmo? Nessuno vuole vedere queste scene al tuo matrimonio. Se non c’è ballo non c’è festa. Allora ecco che torna utile tutta la tua collezione di Hit Mania Dance farcita di Gigi D’Ag in tutte le salse. Non puoi sbagliare, fidati. E se ancora hai qualche dubbio, invita i Brolli al tuo matrimonio che quando sentono 1, 2, 3 tarari and tarara non capisco più niente e diventano i padroni indiscussi del dancefloor.

brolli shazam

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. sacrosantissimo post
    ma l’unica cosa meglio di shazammare al matrimonio è sentire tutte le canzoni che avresti voluto sentire…

    Mi piace

    1. brollisposi ha detto:

      Sarebbe un sogno, ma accontentarli tutto potrebbe diventare un incubo!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...