La prima vacanza dei Brolli. Ovvero la Sicilia.

In questo periodo di ponti e di calducci ci viene in mente la nostra prima vacanza insieme: Sicilia, maggio 2012. Quanto amore che sprigionavano i Brolli: giovani, belli e freschi di laurea erano pronti per conquistare la Sicilia. E invece, ovviamente, non è successo.

Ma cominciamo dal principio.

Tutti contenti i nostri Brolli sono partiti di buon ora dalla grigia Malpensa e tempo un’ora eccoli atterrati nella calda Catania, con la loro valigina e la 206 noleggiata, pronti per passare per la prima volta un’intera settimana insieme. Carichi come delle molle, arrivano nel b&b che avevano diligentemente prenotato settimane prima, e cosa succede? È tutto allagato. Così il gentile gestore li manda in un altro b&b. Una volta giunti in una deliziosa camera arancione, il vetro della doccia esplode frantumandosi in mille pezzi. Dunque si trasferiscono– di nuovo – in un confortevole monolocale su due piani. Monolocale. Su due piani. Cominciamo benissimo.

Poco male, tanto i Brolli sono due che si adattano facilmente. Infatti, eccoli passeggiare con tanto di gelato nella meravigliosa Taormina. Che bellezza di luogo.

Taormina - Teatro Antico
Taormina – Teatro Antico
Una volta rientrati nel loro bugigattolo, succede qualcosa di inaspettato:

«Brollo, ho la febbre»
«Anch’io»

BENE.

Così per tre giorni. Finché non si spostano nella magica Siracusa. Brollo guarisce ma Brolla peggiora fino a diventare una sorta di ameba in stato comatoso incapace di reggersi in piedi e di introdurre nel suo corpo una qualsivoglia tipo di nutrimento, solido o liquido che sia. Immobilizzati in una camera d’albergo Brollo si è trasformato in una sorta di badante ecuadoriana mentre si smazzava ore e ore di tv (ci tengo a ricordarvi che al tempo in Sicilia non era ancora arrivato il digitale terrestre e di Sky nemmeno l’ombra).

Siracusa - Duomo
Siracusa – Duomo
Nella metamorfosi da persona a badante ecuadoriana, Brollo è anche passato nella fase “infermiere” improvvisandosi esperto di punture che Brolla bramava in quanto le facevano passare, almeno per un po’, tutte le cose brutte che stava provando.

Finché non arrivò il momento di tornare a casa. Brolla carichissima dopo una flebo, comincia però ad accusare uno strano malessere. Le faceva terribilmente male la faccia.

«Brollo, mi fa male la faccia»

E lui si volta a guardarla e si terrorizza moltissimo nel notare che la faccia della sua adorata morosina si è appena trasformata in quella delle vittime di The Ring. Il tutto mentre attraversavano l’aeroporto Fontanarossa in sedia a rotelle.

"Ho visto il suo viso"
“Ho visto il suo viso”
Atterrano miracolosamente vivi a Malpensa, e mentre guidavano verso casa, Brolla entra totalmente in crisi e la faccia le fa sempre più male finché si guarda nello specchietto. Era deforme. E scoppia a piangere perché ecco, lei così giovane e carina, adesso è costretta a vivere per sempre come una storpiatura della società. E più piangeva e più le faceva male.

Pronto Soccorso: intossicazione da Plasil.

L’infermiera titubava con una siringa piena di Valium.

«Fammi quella cazzo di puntura!!!»

BUIO.

Dopo un tempo che alla fattissima Brolla era sembrato eterno e per le persone normali era un’oretta su per giù, riesce lentamente ad aprire gli occhi e subito vede il suo amato Brollo che mai l’aveva abbandonata durante l’agonia. E poi si gira a destra e c’èun uomo. E chi era?

«Brollo, chi cazzo è questo»
«È il dottore, tesoro»
«Minchia dottore, che botta mi hai datto?! Ahahah»

E finì così la loro prima vacanza insieme, al pronto soccorso mentre lei, stra fatta, rideva a sproposito.

brolli sicilia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...