#50 L’allestimento floreale del matrimonio. Ovvero «Ti piace?» «No».

Prima o poi doveva pur succedere. Ed è successo: i Brolli, come tutti gli sposi che si rispettino, sono andati dal fiorista. Che poi si chiamano ancora fioristi quelli dei fiori? No, perché spesso sento parlarle di flower designer e io non mi ci raccapezzo. O si dice fiorai? Boh, fatto sta che noi ci siamo andati.

Ci siamo presentati in un negozio bellissimo e profumatissimo ma eravamo totalmente impreparati. Sai com’è, i fiori alla fine sono erba quindi cosa vuoi che sia sceglierne un paio e metterli dappertutto? È un casino. Prima di presentarsi davanti ad un professionista dei fiori è utile sapere che quella dei fiori è una scienza precisissima che si mescola alla creatività e all’arte. Quindi mica roba da poco. Infatti la prima domanda che ti pone un fiorista quando si tratta di matrimonio è:

«Che fiori vi piacciono?»

E noi:

«Boh»

Così ti siedi e con calma spieghi al fiorista come sarà il tuo matrimonio, in una parola: semplice.
Chiaramente è la sposa che parla, nella fattispecie la Brolla, mentre lo sposo, in questo caso il Brollo, si aggira muto per il negozio annusando qualunque cosa per poi intervenire dicendo «Se non vi dispiace io me ne vado» con il naso tutto sporco di giallo. Va beh, ciao.
Ma tornado al matrimonio, quando si dice semplice ti viene in mente il fiore più fiore di tutto: la rosa.

«Brolla, ti piaccono le rose
«No»
«E i fiori colorati
«No»
«Le peonie
«No»
«E le dalie? Guarda che meraviglia le dalie!»
«No»
«Una cosa un po’ alternativa sono le piante grasse»
«No»

Cara natura, quando vuoi produrre un fiore che ci piace grazie.

Va beh, lasciamo perdere i fiori per un momento, ora occupiamoci dell’allestimento.

«Brolla, ti piaccono i cestini di fiori in chiesa?»
«No»
«E le casse di legno? Un po’ rustiche ma molto eleganti»
«No»
«E i vasi alti in vimini
«No»
«Bene, e per i centro tavola? Ti piacerebbero delle candele
«No»
«Vasi di vetro

«No»
«Acqua? Ti piace l’acqua?»
«No»

Direi perfetto, ci siamo.

Ma noi Brolli siamo molto fortunati perché abbiamo incontrato Daniele che, oltre ad essere un gran figo, è anche molto bravo e unconventional, proprio come noi. E allora ci perdiamo nel suo negozio grandissimo che si chiama Kadō – la via dei fiori e ci affidiamo totalmente nelle sue mani perché ci ha promesso che troverà un fiore che ci piace. E noi ne siamo certi, ma allo stesso tempo terrorizzati.
brolli flower design

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...