Il primo pranzo dai suoceri. Ovvero come farsi piacere il melone.

Per tutte le coppie arriva un momento in cui bisogna decidere la direzione che prende il rapporto: la classica domanda “ma allora è una cosa seria?”. Anche per i Brolli questo momento si è presto o tardi presentato, e al domandone finale la risposta è stata – più o meno unanimemente – affermativa. Beh raga, è ufficiale: qui si fa sul serio e bisogna conoscere i fantomatici suoceri.

ANSIA.

La prima a fare questo grande passo è stata Brolla, la quale odia, oltre a molte persone, anche molte pietanze, tra cui il più prelibato piatto estivo: prosciutto e melone. Che schifo. Una domande che spesso ci si pone è: “ma com’è possibile che prosciutto e melone siano commestibili” boh, mistero.

E così, un sabato qualunque di un’estate qualunque, i genitori di Brollo invitano nella loro tenuta di campagna la loro eventuale futura nuora per un primo pranzo conoscitivo.

La nostra amica, in eventuale stato agitatissimo, si presenta ben vestita e ben truccata sfoggiando sorrisi casuali dai suoceri i quali la accolgono con un’allegria e una voglia di mangiare che raramente la trovi nelle persone.

“Che bello tesoro, i tuoi genitori sono molto bravi”

E l’ansia si stempera quasi immediatamente.

Sembrava quasi una fiaba, ma poi arriva in tavola l’antipasto: prosciuto e melone (violini stridenti di psycho). No ti prego, prosciutto e melone mi fanno schifo. Come faccio adesso? Non posso permettermi di fare brutte figure, altrimenti questi pensano che il loro unico figlio maschio andrà a finire insieme ad una donna da quattro soldi ingrata che non gli preparerà da mangiare e lui morirà di fame.

A denti stretti Brolla mangia una fetta di melone in circa 45 minuti. Che incubo. E Brollo che fa? Lui ben sapeva della repulsione di Brolla nei confronti del cibo e, da vero stronzissimo, cosa fa?

“Tesoro, mangiane ancora un po’ di melone dai che ti piace”

BASTARDO.

E giù altro melone.

Brolla riceverà una medaglia all’onore per aver voluto fare bella figura a tutti i costi con i suoi suoceri i quali la sfottono ancora adesso per la storia del melone.

brolli melone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...