Brolli Cuochi. Ovvero come evitare di uccidersi in cucina. E anche la ricetta della crostata alla ricotta dei Brolli.

Esiste cosa più romantica di cucinare insieme una torta? La risposta è , esistono milioni di cose più romantiche. Idealmente, in effetti, sarebbe un bel momento di condivisione, ma per i Brolli è tutto il contrario: Brollo si fa maestro culinario, diventa chef stellato fichissimo che Cracco levati, Brolla diventa un’imbecille qualunque che fatica a maneggiare un cucchiaio. E giù insulti.

Ma cosa fai? Non vedi che è tutto bruciato?
Senti, smettila di trattarmi come una bambina, ne assaggio solo un cucchiaino di marmellata!
Oh ma ce la fai? Senti vattene, qua fai solo danni.
Ecco, tu non mi ami!
CREPA!!!!!!!

E iniziano a volare coltelli. La situazione è terribile.

Incredibilmente i Brolli spesso organizzano cene (rigorosamente a tema) con tutti i loro amici. Alla fine si rivelano sempre dei successi, ma la preparazione è condita con odio e disprezzo tra i due padroni di casa.

una cena a tema che ha avuto parecchio successo è stata la Yellow Night.
una cena a tema che ha avuto parecchio successo è stata la Yellow Night.

Vi consigliamo una ricetta a prova di imbecille che ormai è diventata un classicone dei Brolli ma è meglio che la cuciniate da soli così nessuno si uccide.

CROSTATA ALLA RICOTTA DEI BROLLI

Ingredienti

  • 1 sfoglia di pasta frolla
  • 250 g di ricotta
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di gocce di cioccolato

Procedimento

Stendere la pasta frolla sul fondo di una teglia da forno e formare un bordo intorno, bucherellarla con una forchetta e farla cuocere in forno, coperta da un foglio di alluminio e cosparsa di una manciata di fagioli (o di pasta o qualunque cosa di simile) per non farla gonfiare, a 200° per 10-15 minuti.

Preparare la farcia mescolando la ricotta, le uova, lo zucchero e le gocce di cioccolato e intanto che ci siete sparatevene un cucchiaio che è stra buona.

Versare il tutto sulla pasta frolla già cotta (e senza i fagioli sopra) e rimettere in forno a 180° per 25-30 minuti. La farcia, quando è cotta, deve gonfiare un po’.

Poi è pronta. Probabilmente le gocce di cioccolato sono rimaste tutte sul fondo, ma è molto buona, giuro.

brolli cuochi

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Mi ha fatti divertire il vostro post. Ricordo ancora io, cuoca provetta, nei primi anni di convivenza con il (futuro) marito declassata ad assistente-taglia-cipolla.
    L’amore fa brutti scherzi.
    🙂

    Mi piace

    1. brollisposi ha detto:

      Ma poi non ci si uccide più, vero?

      Mi piace

      1. Basta abbozzare per qualche tempo, il tempo che il marito ritiene di avere la supremazia e poi, nottetempo, cambi tutte le regole e lo lasci solo a sbucciare patate criticandolo anche.

        Mi piace

      2. brollisposi ha detto:

        AHAHHA grazie del prezioso e subdolissimo consiglio!

        Mi piace

      3. Con i mariti la regola che paga di più è “Prenderli per stanchezza. E alle spalle.”

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...