#2 L’annuncio ad amici e parenti. Ovvero tipi umani che reagiscono alla buona nuova.

Una volta appurato che la proposta di matrimonio è stata chiaramente formulata e che la risposta sia innegabilmente stata positiva, scatta l’azione “adesso lo devo dire a tutti”. Ma attenzione, le reazioni sono le più disparate e possiamo distintamente raggrupparle secondo classici tipi umani.

 

L’ANNUNCIO DI BROLLA
MADRE. Appena esaurita l’euforia dirompente della proposta la prima cosa che uno fa è telefonare a Madre. “Pronto Madre? Sì, buon anno. Senti, Brollo mi ha appena chiesto di sposarlo e io gli ho detto di sì…”. Attimo di silenzio – pronto, Madre? – e poi il botto: una vocale compresa tra la a e la e lunga molti secondi, cento milioni di decibel e il telefono che distorce il suono e non si capisce una mazza. Nei momenti in cui uno intuisce che probabilmente ora è il suo turno per parlare ripete qualche “sì sì, molto” a caso e poi si fa passare Padre.
PADRE. “Sì Padre, hai sentito? Mi sposo”. Nessuna vocale compresa tra altre lettere, nessun urlo, solo una parola, di solito “bravo/a”, rigorosamente in dialetto (nella fattispecie “breu”) seguito da un invito ad aprire al più presto una bottiglia di vino per festeggiare. A Padre piace molto trovare un motivo qualunque per aprire una bottiglia.

FRATELLO. “Fratello, mi sposo”. “No, non dirmelo: sei incinta, vero?”. No guarda, in realtà è amore. Che storia. E giù la predica da fratello maggiore tirando fuori storie tipo “guarda che sei giovane”, “ma sei proprio sicura al 100%?”, “ma io se fossi in te ci penserei ancora un attimo” ecc. Senti Fratello, la tua premura mi riempie davvero il cuore, ciao.

SORELLA. Uguale a Fratello.
GLI AMICI. Selfie di rito con anello in primo piano mandato all’istante nella chat di gruppo della cumpa su Whatsapp. La parte femminile del gruppo scrive messaggi sconnessi, una serie di cuoricini ed esclamazioni di gioia miste ad invocazioni a Dio, o chi per lui. La parte maschia, più contenuta e pragmatica, si congratula con Brollo e augura buon anno a tutti.
LA MIGLIORE AMICA. Scatta la chiamata commossa ed impaziente a lei, la compagna fidata che dopo anni di disagio hai eletto a migliore amica del cuore, o best friend forever se vi credete Paris Hilton. Io non mi credo Paris Hilton, quindi evitiamo best friend forever, grazie. La migliore amica è ad una festa molto alcolica e lei si è perfettamente calata nel mood della serata. Non capisce niente e biascica. Dopo qualche minuto riusciamo a comprenderci. E lì il disagio: serie di parole folli messe insieme totalmente a caso. Ma sta forse piangendo? Non so. Ciao comunque. La mattina dopo arriva un messaggio di scuse per la situazione, probabilmente ha la testa appoggiata alla tazza del water mentre scrive, ma sottolinea comunque la gioia di questo momento speciale. Cara lei.

IL MIGLIORE AMICO (INESORABILMENTE GAY). “No, amo, non dirmelo ti prego. Non hai capito amo, sono troppo felice per te! Quanto ti invidio, anch’io voglio indossare l’abito bianco! Sarai bellissima amo! Mi candido a tuo wedding planner personale, guarda che me ne intendo. La nuova tendenza per i matrimoni è uno spettacolo di drag queen, sarò meravigliosa amo! Non te ne pentirai”. Alla nonna probabilmente verrà un infarto. A proposito:

LA NONNA. 92 anni di donna che non vede l’ora che i nipoti sfornino altri nipoti. Parte la chiamata e la nonna cosa fa? Si dispera. Teme di morire prima del grande giorno e di non riuscire a vedere la sua amata nipote finalmente sposa. Non temere nonna, sono dieci anni che hai paura di non arrivare all’anno dopo e ce l’hai sempre fatta. Anche sta volta non ci deluderai. 

L’AMICO CON CUI PERÒ UNA BOTTA CI SAREBBE STATA MA SONO IMPEGNATA, SE ERO SINGLE MAGARI. “Ciao, guarda grandi notizie: mi sposo”. Specie di silenzio imbarazzante, frasi di circostanza tipo “Felicitazioni”. Nei giorni successivi diventa molesto, tipo che ti ama. Poi basta, oramai è andata così.

LA PROF DI LATINO CHE TI DAVA SEMPRE 2 CHE BECCHI PER CASO PER STRADA. “Prof, pensi un po’: ma sposo, chi l’avrebbe mai detto?” “Io no”. Ve beh niente, ti odierò a vita.

L’AMICA CHE NON SAI PERCHÉ È TUA AMICA PERCHÉ LA ODI. “E tu come stai?” “Guarda, bene: mi sposo”. Che poi glielo dici con umiltà perché chiaramente lei è bruttissima e anche un po’ stronza e non si sposerà mai. Che disagio comunque: lì in piedi che non sai cosa dire. “Ma va, bello! Cavoli, sono in ritardo, sto andando dall’estetista, ciao”. Ecco brava, vai dall’estetista, ma sappi che non c’è niente da fare per te. Ciao.

L’AMICA CHE SI È SPOSATA PRIMA DI TE. “Organizzare un matrimonio è veramente bellissimo, la gioia più bella secondo me. Il mio matrimonio è stato davvero stupendo. Se vuoi ti do qualche dritta, davvero lo faccio volentieri”. Ecco, brava, magari ti chiamo più avanti, grazie. Ah, il tuo matrimonio è stato orribile. Ciao.

L’AMICA CHE SI SPOSA PURE LEI. “Ma non ci credo!! Come sei messa con i preparativi? Quando vi sposate? Ma va a giugno – ovvero tra 18 mesi – anche voi? io ho già fermato location e chiesa, preso un paio di abiti da sposa e le bomboniere. Mi manca solo il viaggio di nozze, ma dai che bello! Possiamo darci consigli ecc!”. 18, diciotto, mesi. Un paio di abiti. Scherziamo, vero?

LA COMMESSA DI 40 ANNI SINGLE CHE VA A FARE L’APERITIVO PETTINATO ALLA DOMENICA. “Ma tu sei pazza! Ma chi te lo fa fare di sposarti così giovane? Io non rinuncerei mai alla mia libertà”. Ecco brava, tanto lo so che alla sera torni a casa da sola e piangi mentre mangi il gelato al cioccolato light della coop.

L’ANNUNCIO SU FACEBOOK. Alla fine lo fai. Cerchi di resistere, ti autoconvinci che la vita vera non è facebook. Ma poi cedi: sì, la vita vera è facebook, se le cose non sono scritte su facebook allora vuol dire che non sono mai successe, se non sei su facebook non esisti. Valanga di like all’annuncio mondiale, commenti più o meno graditi da persone più o meno gradite. Per la maggior parte cuori comunque.

 

L’ANNUNCIO DI BROLLO
FEMMINE. “AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA periodico”.

MASCHI. “Bella lì. Senti, e per l’addio al celibato?”

brolli phone

 

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. questa è stata anche meglio della proposta 😀

    Mi piace

    1. brollasposa ha detto:

      Ne vedremo delle belle 😀

      Mi piace

  2. Eccezionale. Successe anche a me durante il capodanno a Budapest.
    Chiamo mia madre in “teleselezione” e le dico che ho ricevuto un brillante di famiglia, una meraviglia, l’emozione, l’amore, la commozione, l’ineffabile…
    “Ah, proprio come Ridge e Brooke…” mi risponde lei “Sai che ci si è rotta una tapparella e siamo al buio in salotto?”.
    Sono passati 8 anni (credo) e non mi sono ancora ripresa.

    Mi piace

    1. brollisposi ha detto:

      È bello condividere le gioie con la propria famiglia. Più o meno.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...